Seiteninhalt

VDP modello di classificazione

VDP: Istituzione tedesca per la tutela della qualità.

I numeri VDP: nascita: 1908, iscritti 197, superficie interessata: circa 5.000 ettari il 5% della superficie federale, superficie media aziendale: 25 ettari, produzione media aziendale: 165.000 litri, superficie dedicata al Riesling: 2.700 ettari il 12% della superficie federale, coltivazione biologica: 710 ettari su un totale federale di 5.000 ettari, aziende biologiche: 29 VDP su 800 in Germania.

Nel 2012 l’assemblea del VDP, ha deciso di aggiungere un nuovo gradino alla classificazione esistente. La decisione entrata in vigore dal 2012, si riassumono in quattro classificazioni come segue:

VDP Erste Lage = Primo Cru. Sono i vini provenienti dalle migliori posizioni viticole della Germania. Devono essere prodotti da vitigni specifichi con rendimenti minimi (50,00 hl/ha), vendemmia selettiva e manuale, peso mosto equivalente al minimo come Spätlese, superamento di un esame analitico organolettico (eseguito due volte, prima e dopo l’imbottigliamento) e commercializzati dopo il 1° maggio dell’anno seguente la vendemmia per i vini amabili e dolci, il 1° Settembre dell’anno seguente la vendemmia per i vini “Grosses Gewächs”e per i vini rossi un anno più tardi.

VDP Klassifizierte Lage = Vini prodotti da posizioni classificate, con uve di varietà scelte che hanno un carattere distintivo. Sono identificati dal nome dell’Einzellage, con resa di 65,00 hl/ha, pesi mosto minimi. Questa menzione e il logo senza alcuna distinzione è scritta nell’etichetta complementare e nella capsula, gli Einzellage di questa categoria non possono essere quelli del 1° livello. 

VDP Gutswein e Ortswein = Vini prodotti con almeno l’80% di varietà tradizionali e tipiche della propria regione determinata, con resa massima di 75,00 hl/ha, peso mosto minimo.Questi vini non possono indicare in etichetta il nome di Einzellage ma il nome della località della posizione dei vigneti interessati.

Großes Gewächs: La definizione “Erstes Gewächs” è limitata ai vini secchi con “Prädikat” dal Kabinett all’Auslese, per i vini con residuo zuccherino superiore ai 9,00 g/l, è utilizzabile solo il riferimento alla classe di appartenenza (da Spätlese a Trockenbeereauslese).vini prodotti da grandi vitigni in annate grande annata. I vini con questo titolo devono essere prodotti con vitigni di varietà autorizzati, con una resa per ettaro di 50 ettolitri, il mosto deve avere un contenuto zuccherino fra 76 e 90 gradi Ochsle = 9,6-11,8°alcolici, la vendemmia effettuata a mano, superare l’esame sensoriale e i periodi di invecchiamento prestabiliti ossia, i vini bianchi ottengono il marchio solo dopo il mese di settembre dell’anno successivo alla vendemmia, i vini rossi a partire dal settembre del secondo anno successivo alla vendemmia

I vini sono prodotti esclusivamente dalle varietà di vite nelle regioni:

- Pfalz: Riesling, Weisser Burgunder, Spätburgunder;
- Ahr: Spätburgunder, Drühburgunder, Riesling;
- Baden: Riesling, Weisser Burgunder, Grauer Burgunder,  Spätburgunder;
- Franken: Riesling, Silvaner, Weisser Burgunder, Spätburgunder;
- Rheingau: Riesling, Spätburgunder;
- Hessische Bergstraße: Riesling, Weisser Burgunder, Grauer Burgunder, Spätburgunder;
- Rheinhessen: Riesling, Spätburgunder;
- Mittelrhein: Riesling;
- Mosel-Saar-Rüwer: Riesling;
- Nahe: Riesling;
- Sachsen: Riesling, Weisser Burgunder, Spätburgunder;
- Saale-Unstrut: Riesling, Silvaner, Weisser Burgunder, Spätburgunder;
- Würtemberg: Riesling, Weisser Burgunder, Grauer Burgunder, Spätburgunder, Lemberger.

Si possono usare i seguenti sinonimi:
Weisser Burgunder: Weisburgunder, Pinot blanc; Grauer Burgunder: Grauburgunder, Ruländer, Pinot gris; Spätburgunder: Blauer Spätburgunder, Pinot noir.

I vini possono essere commercializzati solo in bottiglia con il logo della VDP un’aquila stilizzata (tutti i livelli) e dal singolo logo idoneo per il livello di competenza. I vini sono soggetti alle norme generali della VDP e alla normativa in vigore, essi sono monitorati dalla coltivazione in vigneto, prima e dopo la vendemmia, alla vinificazione. Devono sottostare a due esami analitici organolettici prima e dopo l’imbottigliamento. I requisiti richiesti per l’iscrizione alla VDP sono i seguenti:

- L’azienda è un’impresa a tempo pieno;
- deve avere standard elevati confermati;
-una reputazione nazionale ed internazionale;
- uno stock di vecchie annate;- i vigneti devono essere impiantati con almeno l’80% con varietà nobili e tra quelle indicate dal VDP;
- l’impianto dei vigneti deve essere in armonia con l’ambiente; - rispetto delle rese minime imposte;
- ottenere dei pesi mosto minimi di almeno 8° Öchsle oltre quelli definiti dalla normativa;
- la produzione dei vini “Prädikatswein” sia superiore alla media regionale;
- l’azienda non produce vini con il riferimento al Großlage e al Bereich;
- dal Auslese la vendemmia sia solamente manualmente a partire;
- la gamma di vini prodotta sia la più ampia possibile a riguardo la posizione e le date di vendemmia;
- l’aspetto dei vigneti sia curato e in stretta armonia don l’ambiente, l’immobile aziendale sia altrettanto inserito;
- Le aziende sono periodicamente controllate sia nei vigneti che in cantina, valutandone lo stato di esercizio, la loro manutenzione, l’igiene ambientale, lo stock aziendale e i vasi vinari.